Share Button

Si rinnova, nell’ultimo fine settimana di settembre, l’appuntamento con le Giornate Europee del Patrimonio, tradizionale momento di incontro tra espressioni culturali che affondano le proprie radici in una matrice unica e irripetibile. Con lo slogan “Italia tesoro d’Europa” il Ministero per i Beni e le Attività Culturali intende rafforzare l’identità della nostra nazione quale custode del più ragguardevole patrimonio culturale dell’occidente.
Il 24 e 25 settembre la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Basilicata, le Soprintendenze, gli Archivi e le Biblioteche statali, gli enti locali e il mondo dell’associazionismo rinsaldano i legami con i cittadini e il territorio, proponendo una serie di iniziative volte a riscoprire gli aspetti, anche più nascosti, di un patrimonio straordinario ed esprimendo in tal modo la comune volontà di essere attivi protagonisti della valorizzazione del territorio lucano. La Basilicata, infatti, trova nelle sue prerogative culturali e paesaggistiche un forte elemento identitario e di forza per disegnare un futuro migliore.
La logica conseguenza è la vastità degli interessi che vengono rappresentati, nel breve spazio di due giorni, in oltre trenta iniziative che spaziano tra paesaggio e arte, archeologia e storia, artigianato e tradizioni, castelli e palazzi storici, musica e letteratura, con mostre tematiche, convegni, visite guidate, passeggiate e concerti.
Il 24 e 25 settembre si entra gratuitamente in tutti i musei, aree archeologiche, monumenti, archivi e biblioteche statali e nei luoghi non statali che hanno aderito all’evento.