Share Button

sei-su-immagine-raffigurante-logo-materamareInformazioni e azioni per valutare l’accessibilità ai fini turistici

MateraMare è un progetto sull’accessibilità e la fruibilità turistica regionale collegata alla città di Matera. Si tratta di un progetto finanziato dalla Regione Basilicata nell’ambito del progetto interregionale “Open Tourism”.
Nato in seno all’ associazione C-FARA, composta da architetti, esperti di comunicazione e sistemi Open Source, MateraMare può contare sull’esperienza e conoscenza del territorio delle guide SassieMurgia, cui spetta il compito di individuare itinerari, luoghi d’interesse, strutture ricettive e stabilimenti balneari con un buon livello di accessibilità.
L’Obiettivo Generale del progetto è quello di ampliare le possibilità di viaggio nel territorio regionale per i soggetti con disabilità; nel contempo si svilupperà un patrimonio di informazioni relative al grado di accessibilità delle strutture, delle esperienze turistiche e delle destinazioni in generale.

MateraMare produrrà:

– uno strumento di viaggio attendibile e dettagliato per turisti con bisogni speciali attraverso una piattaforma Web che presenti dati su Itinerari, Accomodation e Attività. Il territorio sarà mappato utilizzando la tecnologia Open Source di OpenStreetMap (la piattaforma editabile e implementabile direttamente dagli utenti). La piattaforma sarà in grado di generare e raccogliere racconti di esperienze da punti di vista singolari ma in grado di trasmettere una narrazione complessiva della Basilicata.

– un programma di azioni fattibili (orientata all’individuazione di problematiche di vario genere) che metta a disposizione dei portatori di interesse un patrimonio di best practices e stimoli verso interventi di adeguamento alle moderne esigenze nell’ambito dell’ospitalità, della vivibilità, della fruibilità degli spazi e della cultura: dell’esperienza di viaggio in Basilicata.

– un archivio di dati oggettivi, verificati e verificabili, restituiti in forma di mappe scaricabili e stampabili.

MateraMare, con la collaborazione di altri partner nazionali e locali mapperà dal 17 al 20 novembre 3 itinerari (due negli antichi rioni Sassi e uno sull’altipiano murgico) specificando caratteristiche morfologiche dei luoghi, raccontando nel contempo l’esperienza delle persone con disabilità. Tale coinvolgimento è teso ad esplorare le potenzialità del territorio nell’accogliere e soddisfare le esigenze di persone con bisogni speciali, con benefici e ricadute sul livello di accoglienza e efficienza generali. Sia la descrizione trasparente della realtà che il racconto delle esperienze in prima persona saranno raccolte e divulgate attraverso il web.
La panoramica ottenuta dal lavoro di mappatura dei luoghi sarà la base informazionale per progettare o ri-progettare interventi di adeguamento e suggerire al decisore politico le azioni da intraprendere. La duplice finalità consiste nel dare voce alle esperienze dirette e nel contempo stimolare al miglioramento qualitativo dell’offerta gli operatori privati. In una fase successiva sarà determinante tornare a verificare gli effetti delle politiche intraprese dandone visibilità pubblica facendo emergere quanto fatto e quanto ancora da fare.
SassieMurgia e C-FARA colgono l’occasione per annunciare l’apertura a Matera, via Piave 17, di una sede operativa dell’ Istituto Italiano Turismo per Tutti (Isitt).
La sede materana ambisce a diventare il punto di riferimento per tutti quelli che già operano o intendono operare nell’ambito dell’accessibilità e della progettazione inclusiva, proiettando la città di Matera ed il territorio lucano in una dimensione innovativa e inclusiva.

Per maggiori informazioni:
Associazione Culturale C-FARA, Via Piave 17, 75100 – Matera
Telefono: +39 0835 1971763
Mobile: +39 347 6257712
E-mail: info@c-fara.com